sono passati tanti anni (8 quasi. minchia.) da questo bannerino qui sotto e dalla pagina cui punta.

banner del movimento per leliminazione del tanga dal vestiario femminile. by signoramaria, allepoca conosciuta come asha/fatakarabina. circa 2002.

(banner del movimento per l’eliminazione del tanga dal vestiario femminile. by signoramaria, all’epoca conosciuta come asha/fatakarabina. circa 2002.)

continuo ad essere una fiera detrattrice dell’indumento intimo che il traduttore di “invisible monsters” di pahlaniuk ha chiamato

filo interculare

piuttosto, come ho sempre detto, senza niente.

ma adesso è arrivato il momento di evolversi, e dirigere la lotta verso altre brutture dell’estetica femminile. no, non sto parlando delle infradito col tacco. quelle le ho già trattate. non si tratta di un indumento. ma di un trattamento che, per cattivo gusto e mondo estetico di riferimento, eguaglia il tanga.

french manicure is the new tanga.

quindi, amiche, sorelle, qui decreto ufficialmente il nostro nuovo oggetto d’odio e avversione, la nuova mania da rimuovere, da bandire. ho forse aspettato un po’ troppo a muovermi, ma lo ammetto, speravo non prendesse piede. lo speravo, anche dopo aver visto che aveva, effettivamente, preso piede, anzi piedi, i piedi di una mia collega di lavoro. avrei dovuto capire che non era la follia estiva del momento.

comunque, non è troppo tardi. possiamo ancora fare qualcosa, noi tutte, insieme, adesso. diffondiamo il verbo. coinvolgiamo le nostre estetiste. facciamo in modo che questa usanza barbara cada nel dimenticatoio.

per un’estetica estetica.

Annunci