una delle più grandi verità sul trash l’ho letta su questo articolo, in cui si intervista ciro ascione, geniale creatore ed autore di trashopolis, sito che frequento da un mesetto, e che è già uno dei miei cult, soprattutto nelle sue sezioni “cinzia oscar” e “giuseppe junior“.
il bello di trashopolis non è costituito solo dal trash che propina nei video. quello che io trovo geniale sono i trattatini di semiotica audiovisuale che accompagnano i video.

ascione, giustamente, e direi quasi con aplomb da guru, afferma nell’intervista che non è possibile che, in un panorama televisivo come il nostro, nazionale e locale, daniele e costantino siano considerati normali e rosario miraggio deviante.
clap, clap, clap.

Annunci