(li interpreteremo cosí perché l’opzione “digestione difficile” è scartata, avendo mangiato poco)

eravamo io, il mio collega sosia del principe azzurro di shrek, e laura roslin.
già.
laura roslin, il presidente delle colonie di battlestar galactica.

io dovevo presentare, suppongo a laura roslin, una headline.

che diceva:
se per accendere una festa basta un fuoco, immaginati cosa puoi fare con una lampadina.

(non ho la minima idea di quale sia il luogo da cui proviene questo raro frammento di poesia surrealista.)

insomma io e il principe ci presentiamo dalla roslin.
e il principe comincia a dire alla roslin: “dai, dille la verità.”
e la roslin: “no.”
e il principe: “dille la verità.”
e proprio quando avevo appena finito di pensare “oddio, la roslin è un SILONE*!”, lei apre la bocca e dice:
“sono un travestito.”

*sono all’inizio della seconda serie. no spoilers, please.

Annunci