ansia.
hai prenotato i biglietti?
ansia.
si, ma era troppo tardi (due mesi prima) e ho speso un sacco di soldi.
ansia.
la valigia.
ansia.
la coda all’aereoporto.
ansia.
la coda al ritiro bagagli.
ansia.
la folla nel centro commerciale.
ansia.
hai fatto tutti i regali?
ansia.
sicuro che non manca qualcuno?
ansia.
ma non mangi il cappone?
ansia.
ma nemmeno una fettina di panettone?
ansia.
fai l’albero!
ansia.
ma le luci non le metti?
ansia.
muoviti, che facciamo tardi alla cena!
ansia.
se vuoi ti do lo scontrino e il regalo lo puoi cambiare.
ansia.
cazzo mamma e papà hanno litigato!
ansia.
ti avanza un alka seltzer?
ansia.
le mutande rosse le hai comprate?
ansia.
il pesce lo mangi?
ansia.
ma niente lenticchie?
ansia.
3
ansia.
2
ansia.
1
ansia.
BUON ANNO!
ansia.
minchia che rumore che fanno queste bombe!
ansia.

questo, mediamente, significa natale: dal 23 dicembre all’uno gennaio.

ieri, quindici gennaio 2007, sono tornata a casa e ho trovato una lettera dei re magi.

(forse non tutti sanno che qui i regali li portano i re magi, in una sorta di allucinazione collettiva 3d in cui i bambini tornano a dominare il mondo.
e cioè, i telegiornali annunciano che i re magi sono arrivati in città. ma sul serio lo annunciano.
ogni quartiere organizza la sua parata dei re magi con questi tre omoni che lanciano caramelle ai bambini e ritirano le loro lettere.
i bambini non ci pensano nemmeno a considerare che quella che vedono sotto casa sia la parata di quartiere dei re magi. loro pensano che quelli SIANO i re magi.
e basta guardarli in faccia per capirlo. sono rapiti. felici. probabilmente è la menopausa, ma a me questa cosa mi ha lasciato senza parole, oltre che un po’ invidiosa.)

i re magi mi chiedevano scusa per avermi consegnato il regalo in ritardo (vabbè, ho cambiato indirizzo due volte ultimamente, non importa.), e mi dicevano che siccome quest’anno sono stata molto brava ecco, mi meritavo un bel regalo. un giocattolo, ovviamente.
dovrò aspettare però il finesettimana per giocarci… però che bello.

il natale arriva quando meno te lo aspetti.
volevo ringraziare i re magi con tutto il mio cuore, per essere riusciti a sorprendermi ed emozionarmi tanto: sarà la menopausa, ma per la prima volta dopo SECOLI mi sono ricordata di cos’è, e cosa vuol dire, il natale.

Annunci