pur parlando inglese più o meno come biscardi (not a syntactic problem- just pronounciation), sono riuscita egualmente ad allietare il desco di capodanno con il mio irresistibile humor nero.

riporto più o meno la conversazione, in italiano per quello zero virgola meno infinito per cento che conosce l’inglese peggio di me.

k:”ah, vorrei andare in sicilia, mi affascinano le atmosfere che ho visto nella trilogia del padrino!”

j:”maddai, guarda che mica è così adesso la sicilia!”

io:”beh insomma, nell’entroterra è abbastanza così. ci sono ancora quei paesaggi…”

j:”vabbe ma che c’entra, io parlavo del mondo che rappresenta, mica dei paesaggi. i paesaggi è ovvio che ci sono… certo che se in un film ti dico ‘in america ci sono i grattacieli’ poi i grattacieli esistono davvero…”

io:”beh, dipende dai grattacieli a cui ti riferisci.”

(mi scuso in anticipo con i presenti di quella sera. so che non ho riportato esattamente né le vostre parole né le mie, né l’esatto andamento della conversazione, ma abbiate pietà di me, sapete in che stato ero.) (anzi, si accettano benvolentieri errata corrige.) (anzi, ricordo di aver detto anche un’allegra seconda battuta, ma sulla tailandia. non è che riusciamo a ricordarcela?)

Annunci