interno pomeriggio di un giorno feriale.

asha miracolosamente si ritrova libera dal lavoro alle cinque.

appuntamento verso le sette.

cosa faccio in centro a milano?

ovviamente, negozi.

ah, guarda, una profumeria.

entro.

sguardo infrarossi della commessa. giudicata subito.

sì, lo so. tu sei bionda, con i capelli liscissimi. sei pettinata. sei magra e vestita bene. come tutte le barbie, sei priva di pori. quindi non sudi.

io invece, sono vestita come alla love parade.

ho i capelli ognuno in una direzione diversa.

sto morendo di caldo.

ho delle puma con i lacci giganti fucsia.

tu mi guardi, ed è chiaro che pensi “cazzo vuole sta pischella qua adesso. non ho cartine né spiccioli.”

ma io, senza fare una piega, ti dico:

“buonasera, mi scusi, cercavo il profumo di commedesgarcons in edizione limitata, sa, quello con la confezione nera.”

tu mi guardi esterrefatta. sei sperduta. la tua fighissima profumeria, pulita e lucida, non sa darmi risposta, ed abbassando timidamente lo sguardo mi rispondi:

“no, guardi, non ce l’abbiamo.”

ringraziandoti, esco, con l’espressione di chi dice “beh, cercherò un posto molto più IN di questo.”

tiè.

uno a zero per me.

(so’ momenti importanti.)

Annunci